A.D. VIRTUS BASKET ALTOGARDA

GLI ALBORI

La data fatidica, quella che segna la nascita della Virtus, è il 5 novembre del 1944.

Accanto al promotore e fondatore della Virtus don Giuseppe Parolari c'è Francesco “Cianci” Amistadi, il papà riconosciuto della pallacanestro rivana.
La Virtus si iscrisse alla Fip, Federazione Italiana Pallacanestro, partecipando quindi ai primi.

La bella vicenda della prima Virtus e dell’Oratorio però durò poco. Per la precisione fino al 1949 quando i nuovi vertici parrochiali fermarono l'attività sportiva.. La Virtus si ferma per oltre cinque anni.

Nel 1954 “Cianci” Amistadi ripartì dall’Oratorio ma avviando un percorso nuovo autonomo dalla Parrocchia: nacque il Gs Riva.

La Virtus riprende nella seconda metà degli anni Cinquanta ma opera soprattutto nel calcio e nelle attività ricreative, non nel basket agonistico dato che il campo dell’Oratorio stesso ospita l’attività del Gs Riva.

Per le stesse incomprensioni che avevano fermato la Virtus nel 1949, nel 1964 però il Gs Riva lascia l'Oratorio e rinasce così la sezione basket della Virtus. Il sacerdote responsabile dell’Oratorio trova in Giorgio Galas, un ragazzo di 15 anni, la persona giusta per fare i difficili passi necessari per riportare all’Oratorio la pallacanestro.

Galas fece un lavoro eccezionale e nel 1977 lasciò il testimone ed una società ormai ben avviata ad Enzo Santorum, dopo tanti anni di impegno e quando i frutti ricchi di promesse del suo lavoro sui giovani cominciavano ad arrivare.

Prosegue ancora il proprio cammino come polisportiva, ma se il Basket rimane la disciplina assolutamente portante, si assiste ad un cambiamento: non più le discipline del periodo dell’Oratorio ma le sezioni di Tiro con l’Arco e quella della Canoa-Kayak.
In questa prospettiva la Virtus continuerà ad operare fino a quando, attorno al 1993, le due sezioni inizieranno un percorso autonomo.

ANNI 80 e 90

Una data importante nella storia della Virtus è il 5 luglio del 1993; in quell'estate l'allora presidente del G.S. Riva Gianbattista Cantonati, fresco di acquisizione dei diritti sportivi di serie B e dunque primo traghettatore della propria società nel mondo del professionismo, sigla un fondamentale accordo con i dirigenti della Virtus per la gestione del settore giovanile.
Da quel giorno sarà solo la Virtus ad occuparsi della formazione giovanile dei ragazzi, in collaborazione con i "cugini" ma con pieni poteri decisionali. Ecco che avviene la tanto chiacchierata "fusione" tra i gruppi giovanili esistenti.

LA VIRTUS NEL 2000

La Virtus oggi non ha perso i suoi valori di società votata al sociale, che ha nella crescita dei ragazzi la sua mission. Con gli anni, però, è cresciuta anche l’organizzazione societaria e per forza di cose anche in campo le cose sono migliorate: la prima squadra, sempre allestita con ragazzi usciti dal proprio settore giovanile, negli ultimi 15 anni ha vinto 6 campionati di serie D (perdendone solo 1), partecipato per 8 stagioni (la 2011/2012 sarà la nona) alla C2 veneta e, addirittura, nel 2007 ha giocato il campionato di serie C1. Conquistato sul campo, evento entrato nella storia della società.
Anche in ambito giovanile sono stati numerosi i riconoscimenti conseguiti; ultimo in ordine di tempo, stagione 2010/2011, la prima volta di una sua squadra giovanile nel campionato di Eccellenza veneto. Vi hanno partecipato gli under 15, con i nati nel 1996, che hanno chiuso al 4° posto

VIRTUS ALTOGARDA

Nell’estate del 2011, un’altra svolta epocale. La Virtus Riva abbraccia Arcobasket e diventa A.D. Virtus Basket Alto Garda, unendo sotto lo stesso “ombrello” tutto il movimento cestistico locale.

Il Gs Arcobasket era nato a metà anni ’90 sulla scia del successo avuto proprio dalla Virtus che, qualche anno prima, aveva deciso di allargare l’attività anche ad Arco. Virtus Arco aveva quindi lasciato il posto ad Arcobasket, che aveva proseguito in modo autonomo l’attività arrivando in poche stagioni a coprire tutti i campionati giovanili. Alcuni dei quali vinti, pensiamo ad under 14 e under 15 con i nati nel 1987 prima e con quelli del 1994 poi, il che ha permesso ad Arco di guadagnarsi nel 2007 l’accesso ai campionati di Eccellenza. E di diventare in pochi anni una società solida nel panorama regionale.

Da qualche stagione Arcobasket e Virtus Riva avevano intrapreso un proficuo rapporto di collaborazione: dalla categoria under 15 in poi le due società avrebbero allestito gruppi giovanili il più possibile omogenei, in modo da poter offrire ai ragazzi la possibilità di giocare al livello più adeguato. Questa collaborazione è stato il primo passo di un’unione diventata definitiva quest’estate.
Un unico consiglio direttivo, un nuovo nome, un nuovo riferimento per tutta la pallacanestro del Basso Sarca. Virtus Basket Alto Garda!

Che al suo “primo” anno parte con quasi 350 atleti, un centro minibasket ad Arco, uno a Riva, uno a Malcesine. Con la prima squadra in C2, il gruppo under 19 che partecipa anche alla serie D e ben due squadre (U15 e U17) iscritte ai campionati di Eccellenza veneti.